17 Novembre 2018
il luogo: storia e cultura
percorso: Home

il luogo: storia e cultura

La location dell´evento
L´anfiteatro campano di Santa Maria Capua Vetere, il secondo in ordine di grandezza tra tali tipi di monumenti nell´Italia antica dopo il Colosseo (m 165 sull´asse maggiore, m. 135 su quello minore a livello dell´arena), fu innalzato tra la fine del I e gli inizi del II secolo d.C. in sostituzione dell´arena meno capiente risalente ad età graccana, i cui resti sono stati individuati a Sud-Est.

Annesso all´anfiteatro è il Museo dei Gladiatori dove, con innovative soluzioni espositive, sono stati per la prima volta presentati al pubblico gli elementi superstiti della decorazione dell´Anfiteatro Campano. Nella prima sala, sulla parete di destra, sono state sistemate tre delle chiavi d´arco che decoravano l´esterno del monumento: una testa maschile con berretto frigio identificata con Mitra o Attis, una femminile con diadema (forse Giunone), una testa di Minerva con elmo attico ed il calco del busto del Volturno, il cui originale è conservato al Museo Campano. Al di sotto sono alcune iscrizioni onorarie con dedica agli imperatori Adriano ed Antonino Pio, provenienti dagli scavi dell´anfiteatro. Al centro della sala è stato collocato un plastico che riproduce lo stato attuale dell´edificio ed il suo aspetto originario. Nella vetrina 1 è anche esposta una selezione di materiali ceramici rinvenuti nell´area dell´anfiteatro e frammenti scultorei pertinenti alla sua decorazione architettonica: mensole a testa di bue, un frammento di lacunare e parti delle balaustre in marmo che ornavano la cavea. Le teste di Ercole, di Athena con elmo corinzio, di Apollo e di una divinità femminile (forse Diana) appartenevano alle statue che ornavano le arcate dei piani alti. Nella seconda vetrina sono stati esposti come esemplificazioni i calchi di armi gladiatorie rinvenute a Pompei: due elmi, una coppia di schinieri ed uno spallaccio. Il diorama posto tra le vetrina rappresenta un combattimento tra gladiatori e belve: sono riconoscibili il reziario, con rete e tridente, il secutor con elmo e corta spada, il trace con grifo sull´elmo e la spada ricurva (sica) ed il venator che affronta un leone.
le vestigia dell´epoca romana
l´arena dell´Anfiteatro campano
La città di Santa Maria Capua Vetere di vetuste e gloriose origini (è la vecchia CAPUA dell´epoca romana) è ricca di monumenti che la caratterizzano costituendone così l´effige e la testimonianza perenne di un passato remoto glorioso; infatti, da essa ebbe inizio la più nota e leggendaria rivoluzione gladiatoria di cui SPARTACUS, forte e coraggioso gladiatore, ne fu ispiratore e capo .

eventi

[<<] [Novembre 2018] [>>]
LMMGVSD
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

gli sponsor


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata